Arcigay Friuli al Prefetto di Udine: “provvedimento abnorme, travisate prerogative. Intervenga il TAR”

A Udine, il Prefetto interviene d’ufficio, con un provvedimento mai visto prima, ordinando al Sindaco Honsell di annullare la trascrizione del matrimonio contratto all’estero da Adele Palmeri e Ingrid Owens. Un atto che Giacomo Deperu, presidente Arcigay Friuli, così definisce:“È un provvedimento abnorme, fuori dalle prerogative del Prefetto. Ora si pronunci il TAR.” Arcigay Friuli è stata contattata subito da Adele Palmeri che ha immediatamente dato mandato, insieme a Rete Lenford – Avvocatura per i Diritti LGBT, di percorrere ogni strada per opporsi a questo gesto di evidente durezza.
Attendiamo di conoscere le intenzioni di Honsell, – prosegue Deperu –  ma auspichiamo che subito o il Sindaco o la coppia, ci dia il via libera per sostenerli in una azione presso il TAR che faccia valere le nostre ragioni di fronte ad un atto che definiamo azzardato. E di conseguenza, verrebbe così impugnata anche la famosa Circolare Alfano. Per questo ringraziamo il team di avvocati rete Lenford che ci sostengono in questa storica battaglia.
Dal canto suo, Adele non ha alcuna intenzione di mollare:”Ci opporremo con ogni mezzo, dovessimo arrivare alla Corte Europea dei Diritti Umani.
Nella stessa giornata, dall’altra parte del Friuli, Luigi De Piccoli si è recato all’ufficio dell’anagrafe di Cordenons con tutti i documenti necessari per protocollare la richiesta di trascrizione del suo matrimonio con Alessandro Tavano, avvenuto a New York nel 2012:”Ho trovato grande professionalità presso gli uffici dell’anagrafe e ora la nostra richiesta è ufficiale. Non ci facciamo scoraggiare da quanto accade a Udine in queste ore: da cittadini vogliamo una risposta alle nostre richieste.
Giacomo Deperu non si lascia demoralizzare:”Sono giornate intense, ma stiamo facendo la storia: mentre a Udine tentano di annullare, a Cordenons chiediamo nuovi riconoscimenti. Non daremo tregua finché non si affermerà la cultura dei diritti.” 
La redazione