Celebration day, Roma Capitale manda un segnale al parlamento

Un grande segnale alla politica nazionale quello di oggi, mandato da ben 22 coppie, etero e omosessuali, che hanno deciso di celebrare la loro unione lo stesso giorno, nella sala della promoteca in Campidoglio.

Un successo netto per l’inaugarazione del registro delle unioni civili di Roma Capitale, vuluto dal sindaco Marino e approvato grazie alla grande spinta delle associazioni e all’impegno di alcuni consiglieri comunali, tra cui in prima fila  Imma Battaglia.

Le cerimonie hanno coinvolto diversi consiglieri comunali, nella veste di pubblici ufficiali delegati dal Sindaco e hanno sancito l’unione di legami affettivi profondamente diversi tra loro, ma accomunati tutti dalla viva necessità di veder riconosciuto il proprio impegno reciproco.

Coppie omosessuali, coppie eterosessuali che non si riconoscono nel matrimonio, coppie di mamme e papà con bambini: il pomeriggio ha decisamente mostrato il volto di un Paese che avanza.

Emblematica, tra i tanti visi pieni di gioia, la storia di Piergiorgio e Angelo, che si sono scambiati oggi la terza fede: la prima quando si sono fidanzati, la seconda dopo 25 anni, la terza oggi, per celebrare ufficialmente la loro unione.

Dopo le dichiarazioni di Cirinnà e la presa di posizione netta da parte dei vertici del Senato nel convegno di martedì scorso, sembra insomma che i segnali positivi si moltiplichino.

FOTO

La redazione

 

 

Tags: × × × × × × × ×