Grillo e Farage? Servono chiarimenti

L’incontro tra il leader del M5S e Nigel Farage, leader del partito nazionalista britannico Ukip, sta facendo discutere i media. Nell’interesse di chi porta avanti la causa dei diritti civili e del pluralismo culturale, è fondamentale porsi delle domande.

Il movimento LGBT ha avuto molta fiducia nell’azione parlamentare del M5S, che hanno avuto il merito di portare avanti le proposte più avanzate sui diritti civili e di mettere anche in scena un gesto simbolico come il bacio in aula durante la discussione della legge contro l’omofobia.

Tuttavia, alcune uscite di Grillo già prima delle europee e l’incontro con il leader britannico che ha espresso più volte ammirazione per Putin, pongono inquietanti interrogativi.

E’ in grado di andare sino in fondo, Grillo, nella battaglia per i diritti che conducono i suoi in parlamento? Perché un’alleanza con un partito omofobo dai tratti razzisti?

Sembra che questo incontro non abbia portato ancora ad alcuna intesa consolidata e pare anche che Grillo voglia consultare la rete come fatto in altre occasioni sul futuro del proprio movimento in Europa.

Va detto, tuttavia, che non possiamo più accettare simili ambiguità. Qualunque scelta faccia, Grillo, e non solo i suoi, deve prendere una posizione chiara sui diritti civili. Noi ci auguriamo che M5S prosegua sulla strada intrapresa, fugando ogni dubbio su possibili derive omofobe e reazionarie.

Mario Marco Canale

Presidente Nazionale ANDDOS

Tags: × ×