Il basket contro le discriminazioni: torneo a Latina – video

GUARDA IL VIDEO DELL’EVENTO

Sabato sera a Latina, nell’Arena di Piazzale Prampolini, sono scese in campo le ex glorie del basket pontino e capitolino per uno speciale evento sportivo contro i pregiudizi, in occasione della 27^ edizione del torneo nazionale “Tosarello” – Trofeo Cuomo.

foto - Oggi ex campioni in campo“Il basket contro le discriminazioni” è stato patrocinato dall’Associazione Nazionale ANDDOS, il più grande movimento italiano contro le discriminazioni (oltre 140.00 associati in tutta Italia) per il particolare significato della partita. Il Basket dice no a tutte le forme di discriminazione: è questo il messaggio che gli atleti hanno trasmesso a tutti gli spettatori.

La nostra azienda – spiega Giovanna Cuomo – sposa questa nobile iniziativa perché la lotta contro il razzismo e le discriminazioni può essere sensibilizzata attraverso un evento sportivo”.

Oggi è indispensabile educare alle differenze soprattutto tra i giovani – afferma il presidente Mario Marco Canale di ANDDOS – affinché si consolidino le basi di una nuova società globale in cui siano rispettati i diritti umani di tutti”.

foto - Marco Tosarello - in conferenza stampa Evento a LatinaLo sport ha la grande capacità di essere un fattore di unificazione piuttosto che di divisione – aggiunge l’avvocato Antonio Bubici del Collegio dei Garanti – aderiamo con entusiasmo a questa iniziativa a Latina: in un’epoca dove anche lo sport è diventato praticamente solo business e soldi, fa davvero notizia scoprire che il fair-play ed il rispetto della diversità siano espressioni che abbiano ancora un valore etico e morale”.

Nella conduzione tecnica delle squadre per i capitolini è stato coinvolto il coach per eccellenza del basket italiano, Valerio Bianchini, che è anche il testimonial ufficiale del Torneo, mentre per i pontini si è messo a disposizione  un maestro di sport come Luciano Marinelli – sottolinea il giornalista ed organizzatore Marco Tosarello – proprio all’ex allenatore della Nazionale e all’ex capitano Fulvio Polesello del mitico Banco di Roma sono stati consegnati dei premi speciali per il trentennale di quell’irripetibile tris di vittorie tra campionato, Coppa Campioni ed Intercontinentale. Presente anche l’allora medico sociale del club capitolino, il primario dr. Ernesto Maria Caliento.

A scendere sul rettangolo di gioco, insieme ai giocatori, anche tanti bambini con la maglia dell’amicizia, a conferma di come lo sport possa superare le barriere dell’intolleranza e dei pregiudizi.

Per i più piccoli un evento speciale, curato da Blu By Icar, con l’ingresso a sorpresa in campo di Spider Man: l’Uomo Ragno si è esibito in uno show sotto canestro e ha distribuito gadget a tutto il pubblico.

La redazione