Pari Opportunità, M5S presenta mozione in parlamento per la nomina del ministro

Dopo la petizione su change.org, iniziativa che ha ricevuto il plauso di numerosi cittadini e associazioni tra cui anche ANDDOS, il M5S  presenta una mozione parlamentare per la nomina di un Ministro delle pari opportunità, tramite l’iniziativa della deputata Giulia di Vita. La discussione in aula inizierà lunedì 22 settembre e cercherà di sottolineare le varie questione irrisolte nel nostro Paese in termini di diritti civili, dal contrasto alla violenza sulle donne alle politiche per i disabili, fino alla controversia rimasta irrisolta tra UNAR e MIUR sui libretti dell’Istituto Beck, con la strategia nazionale di lotta all’omofobia rimasta sostanzialmente paralizzata. Tutto questo, senza considerare l’annoso vuoto normativo in termini di contrasto ai crimini d’odio a sfondo omotransfobico e diritti delle coppie. 

Inoltre, si è da poco aperto il semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, dedicato proprio al tema delle pari opportunità. Sarebbe una grande occasione, come si legge nella petizione, per rimetterci al passo e far capire all’Europa che su questi temi l’Italia non deve prendere lezioni da nessuno.

La redazione