Sondaggio sulla Legge contro l’Omofobia e la Transfobia

E’ stato lanciato il nuovo SONDAGGIO di ANDDOS riguardo la Legge sull’omofobia – transfobia attualmente in itinere nelle assemblee legislative.
Per partecipare, recati in un circolo affiliato e compila il modulo in forma anonima oppure, rispondi online cliccando sul seguente link: COMPILA IL SONDAGGIO ONLINE

PRIMA DI RISPONDERE AL SONDAGGIO VI PREGHIAMO DI LEGGERE ATTENTAMENTE I TESTI DI LEGGE ALLEGATI

1)      SEI A CONOSCENZA CHE IL PARLAMENTO STA STUDIANDO UNA LEGGE CONTRO L’OMOFOBIA E LA TRANSFOBIA?

  • SI
  • NO
  • L’HO APPRESO LEGGENDO QUESTO SONDAGGIO

 

2)      QUALE RITIENI SIA  IL TUO GRADO DI CONOSCENZA RIGUARDO IL TESTO DI LEGGE CONTRO L’OMOFOBIA E LA TRANSFOBIA?

  • BUONO
  • SUFFICIENTE
  • SCARSO

 

3)      DA DOVE HAI APPRESO INFORMAZIONI SU QUESTO ARGOMENTO (SONO AMMESSE RISPOSTE MULTIPLE)?

  • TELEVISIONE
  • CARTA STAMPATA
  • INTERNET
  • BACHECHE CIRCOLI ANDDOS

 

4)      PER LE ESIGENZE DI TUTELA DELLA COMUNITA’ LGBTQ,  RITIENI CHE IL DISEGNO DI LEGGE SULL’OMOFOBIA E LA TRANSFOBIA IN CORSO DI APPROVAZIONE SIA:

  • ADEGUATO;
  • INUTILE;
  • DANNOSO;

 

 

5)      SECONDO TE PER I BISOGNI DI TUTELA DELLE PERSONE, E’ PREFERIBILE:

  • APPROVARE LA LEGGE SULL’OMOFOBIA E TRANSFOBIA COSI’ COME EMENDATA DAL TESTO VERINI/GITTI
  • APPROVARE LA LEGGE SULL’OMOFOBIA E TRANSFOBIA SENZA L’EMENDAMENTO VERINI/GITTI
  • STUDIARE ED APPROVARE  UN TESTO DI LEGGE COMPLETAMENTE NUOVO

 

——

Legge 13 ottobre 1975, n. 654 – Ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale, aperta alla firma a New York il 7 marzo 1966. (CONVENZIONE DI NEW YORK – ELIMINAZIONE DELLA DISCRIMINAZIONE RAZZIALE)
Così come modificata dal Decreto-legge 26 aprile 1993, n. 122, in materia di “Misure urgenti in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa.” e convertita con modificazioni in Legge 25 giugno 1993, n. 205 c.d. 
LEGGE MANCINO attualmente in vigore

Art. 3  

1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione della disposizione dell’articolo 4 della convenzione, è punito:

a) con la reclusione fino ad un anno e sei mesi o con la multa fino a 6.000 euro chi propaganda idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero istiga a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chi, in qualsiasi modo, istiga a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi;

2. (Omissis).

3. È vietata ogni organizzazione, associazione, movimento o gruppo avente tra i propri scopi l’incitamento alla discriminazione o alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi. Chi partecipa a tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi, o presta assistenza alla loro attività, è punito, per il solo fatto della partecipazione o dell’assistenza, con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Coloro che promuovono o dirigono tali organizzazioni, associazioni, movimenti o gruppi sono puniti, per ciò solo, con la reclusione da uno a sei anni.

 

 

MODIFICA ALLA LEGGE MANCINO
(integrazione contro le condotte di omofobia e transfobia)
Testo Verini con subemendamento Gitti.

Testo in corso di approvazione presso il Senato della Repubblica e pertanto non ancora in vigore

c) dopo il comma 3 è aggiunto il seguente:
«3-bis. Ai sensi della presente legge, non costituiscono discriminazione, né istigazione alla discriminazione, la libera espressione e manifestazione di convincimenti od opinioni riconducibili al pluralismo delle idee, purché non istighino all’odio o alla violenza, né le condotte conformi al diritto vigente ovvero anche se assunte all’interno di organizzazioni che svolgono attività di natura politica, sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione ovvero di religione o di culto, relative all’attuazione dei princìpi e dei valori di rilevanza costituzionale che connotano tali organizzazioni».