Sud Africa, coppia di donne lesbiche violentata, la polizia non indaga

Come riporta il quotidiano Gaiaitalia.com, una coppia di donne lesbiche è stata ripetutamente violentata da tre uomini, sotto le minaccia di armi da fuoco e coltelli, e quindi derubata di dvd, telefonini e denaro: incuranti che a tutto questo assistesse la bambina di sette anni della coppia.

Le donne hanno denunciato l’accaduto alla polizia che si è rifiutata di investigare ed ha loro consigliato di cercare i loro averi – portati via dai violentatori – nel vicinato. I fatti sono avvenuti agli inizi di ottobre nella zona rurale di Nkomazi nell’area di Mpumalanga e secondo il racconto delle due donne, che si sono nascoste insieme alla loro bambina e non hanno reso noto i loro nomi, le forze dell’ordine si sono prese gioco di loro rifiutandosi di prendere sul serio la loro denuncia di violenza e furto.

Le cosiddette “violenze correttive” su donne lesbiche sono una piaga in Sudafrica cui il governo e le forze dell’ordine non possono – o non vogliono – porre rimedio.

La redazione

Tags: × × × ×