Udine: Prefetto non può cancellare le trascrizioni

Arcigay Friuli fa sapere che non sarebbe nei poteri del Prefetto poter annullare la trascrizione del matrimonio di Adele Palmeri e Ingrid Owens, avvenuta a Udine per mano del Sindaco Honsell.

Ci siamo confrontati con il nostro Avvocato Francesco Furlan e con il pool di avvocati Rete Lenford – Avvocatura per i Diritti LGBT – precisa Giacomo Deperu, presidente Arcigay Friuli – e, pur rispettando la figura del Prefetto che siamo certi stia agendo con la massima serietà, non ci risulta essere nei suoi poteri quello di poter annullare tale trascrizione.”

Come già affermato dagli avvocati Rete Lenford “Secondo l’Ordinamento di stato civile i Prefetti hanno un potere di vigilanza e un potere ispettivo” e per questo non potrebbero perciò procedere all’annullamento.

E Deperu spiega come il movimento gay, in questo caso, fosse pronto a qualsiasi evenienza: “Sapevamo fin dall’inizio che le resistenze sarebbero state tante, ma ci ha stupiti trovare tanta solidarietà anche in ambito politico ed istituzionale. Grazie al coraggio dei sindaci abbiamo aperto un dibattito storico nel Paese che ci vede pronti a proseguire la nostra battaglia di civiltà fino ad arrivare alla Corte Europea dei Diritti Umani, se sarà necessario.”  

La redazione