Unioni Civili, voci dalla piazza: il canguro, la delusione

12715296_673619106074789_2079234534011952037_n

Associazioni e attivisti hanno atteso in piazza il voto del canguro sulle unioni civili, che purtroppo non è arrivato. Presenti nei pressi del Senato, in piazza delle Cinque Lune, attivisti di varie associazioni tra cui  Mario Mieli, Dì Gay Project, I Mondi Diversi, Lista Lesbica Italiana e Anddos-Gaynet Roma. Quest’ultimi hanno portato in piazza la “mascotte” denominata “arturo il canguro”, intonando cori e saltando simbolicamente per spingere il voto sul provvedimento.

Gli attivisti del Mario Mieli hanno realizzato un flash mob coinvolgendo la gente in piazza a togliere le “parole” negative da una coppia di ragazzi imbavagliati, ai quali sono stati man mano attaccati dei cartelli con dei messaggi positivi. Il risultato purtroppo, atteso seguendo la discussione con il solito cellulare e megafono sotto la pioggia, non è stato positivo. Si prospetta un rinvio della legge dopo il milleproroghe, con un rimpallo di responsabilità tra PD ed M5S. Sicuramente, le piazze torneranno a farsi sentire, perché c’è ormai un grande movimento d’opinione, nel Paese, che ha compreso la necessità di questa legge.

La redazione